Denti del cane, l’igiene orale

Tenere puliti i denti del nostro cane è importante. Per mantenere l’igiene orale è sufficiente uno spazzolino e alimentazione sana.


 L’85% dei cani inizia ad avere problemi dentali dall’età di 3 anni. I problemi insorgono quando i batteri presenti nella bocca si uniscono alle particelle di cibo formando la placca sui denti. In poco tempo le sostanze minerali presenti nella saliva si legano alla placca formando così il tartaro, una sostanza dura che si attacca ai denti. I batteri, inoltre, si insinuano al di sotto delle gengive, provocando dolorose gengiviti e nei casi più gravi quando non si interviene producono tossine che danneggiano i tessuti e col tempo portano alla perdita del dente.

Patologie dentarie nel cane

Le malattie dentarie dei cani possono poi sfociare in problemi ben più seri nella loro vita. Infatti i batteri possono entrare nel flusso sanguigno provocando infezioni a livello del cuore e dei reni.

in presenza di questi sintomi, sarebbe bene consultare il veterinario:

  • Alito cattivo
  • Presenza di una patina marrone sulla superficie dei denti del cane
  • Cambiamento nel modo di mangiare e di masticare
  • Salivazione eccessiva
  • Il cane si tocca frequentemente la bocca con le zampe

Quali sono le cause?

La dieta ha un ruolo molto importante, ma non è la sola. Genetica, infiammazioni, o altre malattie e sicuramente la mancanza di cura e di una routine nella pulizia sono cause delle malattie dentarie.

Come tenere puliti i denti del cane

Igiene Dentale

L’igiene dentale è una pratica a cui il cane va abituato sin da cucciolo, in questo modo limiteremo l’insorgere delle patologie dentarie e abitueremo il nostro amico a quattro zampe ad essere manipolato senza problemi.

Dieta

Il cibo secco va preferito a quello umido, in quanto più è morbido e più riesce ad infilarsi tra i denti favorendo il proliferarsi dei batteri. Preferite snack o giocattoli molto duri studiati appositamente, che aiutano con la masticazione a ridurre il deposito della placca sui denti. Esistono mangimi appositi che aiutano a mantenere il livello del tartaro al minimo. Si tratta di crocchette di dimensioni più grandi che svolgono un’azione abrasiva contro la superficie del dente quando masticate e che contengono sostanze che contrastano la mineralizzazione del tartaro.

Leggi anche: Come scegliere il cibo giusto per il cane

Spazzolino e dentifricio

Una buona abitudine è quella di lavare i denti al proprio cane. Eh si, proprio come facciamo noi, con spazzolino e dentifricio. Esistono in commercio tipologie di spazzolini che aiutano questa operazione: tradizionali oppure in silicone,con una cavità che permette di inserire il nostro dito. In alternativa possiamo optare per uno spazzolino per bambini. Per quanto riguarda il dentifricio, ne esistono in commercio di appositi al gusto di carne, o di pesce, che risultano appetibili e possono essere ingeriti dal nostro pet.

Non utilizzare dentifrici per umani, perché contengono sostanze fastidiose e che non devono essere ingerite.

La pulizia dentale dal veterinario

La pulizia dentale professionale è l’unico modo per rimuovere in modo efficace tartaro e placca dai denti e dal tessuto gengivale e ripristinare l’igiene e la salute nella bocca del vostro cane. Viene eseguita in anestesia generale in modo che il cane non avverta dolore e che il veterinario possa eseguire un’ispezione accurata della bocca, inserendo un tubicino nella trachea per aiutare il cane nella respirazione ed evitare l’ingresso di batteri.

Visita ed igiene dentale svolgono le seguenti azioni:

  • Rimozione della placca e del tartaro visibile dai denti
  • Rimozione della placca e del tartaro da sotto le gengive
  • Levigatura e smussatura di graffi ed irregolarità dello smalto
  • Riparazione o rimozione di denti rotti o danneggiati
  • Radiografia per valutare lo stato della bocca
  • Ispezione dell’intera bocca, labbra, lingua per individuare altre anomalie.

Puoi trovare altri spunti qui: Masticazione e salute del cane

Fonte: www.vetbabble.com

Lascia un commento