Cura delle zampe : 5 consigli utili

La cura delle zampe è molto importante per i nostri amici cani: essi infatti  sono sempre in movimento e indaffarati tra corse, buche nel giardino e giochi nel parco con gli amici e di conseguenza i polpastrelli sono tutto il giorno a contatto con il terreno, o il cemento, a tutte le temperature del giorno e della notte.

La cura delle zampe: da dove si comincia?

Bastano poche semplici accortezze per garantire al nostro cane zampe sane e forti attraverso un accurata igiene e toelettatura!

Le cura delle zampe inizia con un periodico controllo: infatti unghie, polpastrelli, eventuali ferite o sporco depositato devono essere tenuti sempre sotto controllo!

Taglio delle unghie

Il primo step nella cura delle zampe interessa le unghie. Se le unghie del cane fanno “tick tick tick” quando cammina, hanno bisogno di essere accorciate.

Esse infatti di solito devono essere lunghe abbastanza per accarezzare il suolo ma non oltre. Il taglio delle unghie è un’operazione abbastanza semplice da eseguire in autonomia, ma se non vi sentite adeguati o il cane non è abituato ad essere manipolato, consultate il veterinario.

Mano e zampa sovrapposte

In alcuni casi è sufficiente accorciare lo sperone, l’unghia posta lateralmente alla zampa, perchè non toccando terra fatica ad essere consumata.

Inoltre talvolta è necessario accorciare anche il pelo che cresce sotto le zampe, per manterere la zona pulita ed evitare che vi si incastrino oggetti pericolosi, terra o sporco.

Dunque,se vi sentite in grado di provvedere autonomamente al taglio delle unghie del vostro cane, delle buone tronchesine sono ciò che vi serve.

[amazon_link asins=’B074TDYPWC,B017QM2OPS,B06VY45FLH’ template=’ProductCarousel’ store=’dogmag07-21′ marketplace=’IT’ link_id=’2aed6b19-30e0-11e8-b9d9-79906025f67b’]

 

La regola di base è quella di tagliare l’unghia solo nella parte più bianca e prima di raggiungere il nervo presente nell’unghia.

Immagine che rappresenta come è formata l'unghia del cane

Vi consigliamo di parlarne e farvi istruire dal vostro veterinario di fiducia prima di procedere.

Polpastrelli “spaccati”

Il prossimo step per assicurare una corretta cura delle zampe interessa i polpastrelli.

I polpastrelli possono spaccarsi se diventano troppo secchi, e questo può accadere soprattutto con il freddo invernale.

Sicuramente esistono in commercio lozioni apposite per prevenire l’eccessiva secchezza delle zampe. Mettere un po’ di prodotto sulla mano e massaggiate delicatamente i cuscinetti del vostro amico per far penetrare a fondo il prodotto.

[amazon_link asins=’B016IHW2QI,B079RJT8V1′ template=’ProductCarousel’ store=’dogmag07-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0cc87a4c-30e1-11e8-a279-bf783dd973f7′]

Non utilizzare creme o simili ad uso umano, in quanto contengono alcohol e ingredienti non tollerati dalla pelle del nostro animale.

Accorgimenti per l’estate

Ricordatevi che nelle situazioni più estreme, per esempio quando l’asfalto è molto caldo, potete certamente utilizzare dei prodotti appositi per proteggere i polpastrelli.

Cane di razza Corgi sdraiato in spiaggia

Per quanto riguarda l’asfalto rovente, inoltre,  la regola è semplice: toccate il suolo con una mano: se è troppo caldo per voi, lo è molto di più per il vostro cane.

Evitate di sottoporlo a questo tipo di sofferenza. Fatelo uscire solo nelle ore più fresche e naturalmente non ostinatevi a farlo stare in spiaggia con voi se la situazione non è sicura.

Qualora i polpastrelli dovessero bruciarsi nonostante le precauzioni, infine, questi devono essere immediatamente sciacquati e coperti con una garza. E poi, ovviamente, contattare il veterinario.

Consigli per l’inverno

Come detto in precedenza, l’eccessiva esposizione al freddo può causare secchezza alle zampe del cane, e conseguentemente l’eccessiva secchezza può portare a screpolamento e spaccatura dei polpastrelli.

Cane e padrona passeggiano in un bosco con la neve fresca durante un pomeriggio invernale

Un’altro elemento da non sottovalutare è l’utilizzo, durante la stagione fredda, di sale e prodotti correlati per favorire lo scioglimento del ghiaccio sulle strade e sui marciapiedi.

Questi prodotti possono essere dannosi a contatto con la pelle del nostro cane e tossici se vengono da esso leccati al ritorno della passeggiata.

E’ opportuno al ritorno dalla passeggiare prendersi cura delle zampe lavandole con un apposito sapone per rimuovere le tracce di eventuali prodotti dannosi.

Per invece proteggere i polpastrelli si può applicare un po’ di Vaselina o di crema apposita prima della passeggiata, che aiuterà a far sì che il sale non si attacchi oppure acquistare dei carinissimi Moon-boot.

[amazon_link asins=’B0002XIZXY,B01LZUYCJ2,B01I05J9EE’ template=’ProductCarousel’ store=’dogmag07-21′ marketplace=’IT’ link_id=’b5f59cc1-30e0-11e8-8c89-27c808805b7d’]

Tagli e ferite

Può capitare infine che i cuscinetti delle zampe abbiano dei tagli o delle ferite provocati da comuni situazioni della vita di tutti i giorni, come un gioco irruento al parco, o la presenza di un oggetto pericoloso per terra.

In questi casi è necessario intervenire per limitare la ferita offrendo un primo soccorso al nostro cane: pulire bene la ferita con un disinfettante o una crema antibatterica e coprire la ferita con una garza.

Tuttavia è più semplice a dirsi che a farsi, soprattutto se il cucciolo prova dolore o non è abituato a farsi manipolare. In questo caso, o in caso di dubbi o ferite profonde, rivolgetevi al veterinario di fiducia.

 

In questo articolo trovi  alcuni consigli sull’igiene orale per il tuo cane! Come posso tenere puliti i denti del mio cane?

Leggi anche:

Come curare i cuscinetti del cane

Lascia un commento