Avanzi del nostro piatto: vanno bene per il cane?

Avete presente quegli occhioni speranzoni che ci fissano attentamente mentre mangiamo? Come resistere alla tentazione di condividere la cena con il nostro amico a quattro zampe e fargli assaggiare gli avanzi che rimangono nel nostro piatto. Ma gli avanzi degli umani, vanno bene per il cane?

E’ una domanda che i veterinari si sentono fare molto spesso, ma la cui risposta non è cosi ovvia in quanto a parte alcuni casi, in generale il cibo per gli umani non è tossico per gli animali. Ci sono però tante cose da sapere prima di decidere di condividere il cibo con il nostro amico peloso.

Il cane non può nutrirsi solo di avanzi

La base per l’alimentazione del cane deve essere composta da un’ottimo cibo bilanciato. Forse 100 anni fa, quando l’uomo coltivava ed allevava ciò di cui si nutriva e lo cucinava in modo sano, era normale dare all’amico a quattro zampe gli stessi avanzi, mentre oggi questo é causa di un’alimentazione sbilanciata e problemi di salute.

Leggi anche: Come scegliere il cibo giusto per il cane

Casi di pancreatite

Questo accade quando si nutrono di cibo ricco di grassi. Durante le festività, soprattutto, é piú facile che al cane arrivino gli avanzi delle nostre tavole e allo stesso modo é facile che ci siano più attacchi di pancreatite. Non capita ad ogni cane, ma é frequente in quei soggetti che non sono abituati a mangiare gli avanzi.

Qual é quindi la risposta alla domanda “i cani possono mangiare i nostri avanzi? La risposta é si, occasionalmente e con alcune regole.

Alcuni cibi ad uso umano sono veleno per i cani

Il sistema digestivo del cane é molto differente dal nostro. Cibi come cioccolata, caffeina e uva sono potenzialmente.Scegliete piuttosto alimenti che siano sani e nutrienti.

Alimenti poco tollerati

Anche se non tossici, la tolleranza per alcuni cibi può essere bassa. Il grasso che tagliamo dalla nostra carne, per esempio, é molto difficile da digerire e anche se il nostro cane sarà felice di poterlo mangiare, potrebbe poi incorrere in fastidiosi disturbi di stomaco o intestinali.

Leggi anche: Cibi umani per cani: i 12 più sani

Sensibilità elevata

Alcuni cani sono più sensibili di altri. Infatti, se alcuni di essi tollerano abbastanza bene gli scarti, ce ne sono altri che hanno poca tolleranza verso alcuni tipi di scarti. Quando abbiamo degli ospiti in casa, é buona norma avvisare tutti repentinamente che sarebbe meglio non allungare niente dal tavolo, anche se si tratta di un alimento che potenzialmente non é tossico, perché questo può creare problemi all’apparato digerente del cane.

Abitudini a tavola

Tutti noi(o quasi) prima o poi condividiamo gli scarti che arrivano da tavola. Ma non dobbiamo necessariamente chiederci se gli scarti vanno bene o no per il cane, quando vediamo quegli occhioni che ci fissano; dobbiamo piuttosto ricordarci che stiamo dando una corretta abitudine al nostro cane, quella di non ricevere nulla dal tavolo, quando non abbiamo ospiti. E dato che per il cane non esiste nessuna differenza tra quando siamo soli o abbiamo visitatori, si comporterà da bravo cane in ogni situazione. Siate costanti e limitate gli extra da, tavolo, e lui imparerà a non chiederli.

Settare le aspettative

É scontato che, anche se aspettiamo a dare un avanzo fino al momento che la cena sia finita, mettendolo nella ciotola di Fido, stiamo settando un’aspettativa. E chi fara i conti con quegli occhioni disillusi che attendono speranzosi davanti alla ciotola se questo non accadrà ?

Assicuriamoci di limitare le aspettative, cosi non insegneremo al cucciolo a mangiare cibo umano e noi non saremo tentati a dargli sempre degli extra.

I premi servono ad educare

Molti di noi usano i premi in cibo quando il nostro cane esegue un comando o impara qualcosa. Dando i nostri avanzi dal tavolo facciamo pensare al cane di essere stato bravo e aver fatto bene a chiederli e togliamo invece valore agli insegnamenti che no stessi abbiamo cercato di dargli attraverso l’uso del premio.

Continua ad utilizzare i premi come ricompensa e il cibo come nutrimento. Questo non significa dover buttare via i nostri avanzi sani e nutrienti, ma tuttavia possiamo conservarli e proporli al momento del pasto.

Condividere il momento pappa

Ci sono varie filosofie riguardanti l’educazione e il cibo. C’é chi sostiene che sia utile nutrire il cane prima di noi o durante il nostro pasto, in questo modo non sará costretto a guardarci affamato con lo stomaco che brontola.Questa é un’idea fantastica.Ricordiamoci sempre di educarlo, perché i cani fanno parte della famiglia e ogni famiglia ha un’educazione quando si sta a tavola.Detto ciò abbiamo capito che le regole convenzionali rispondono alla domanda “possiamo dare al nostro cane i nostri avanzi ?” Con un grande NO! In realtà tutti lo facciamo. Cerchiamo quindi di seguire delle semplici regole finali per farlo in modo sicuro e non dannoso:

  • Fatelo con moderazione: gli avanzi non sono premi e non vanno a sostituire una dieta bilanciata.Se decidiamo di condividere con il cane un po’ di cibo umano, assicuriamoci che sia solo un po’ .
  • Conserva gli avanzi della cena ed offrili a Fido una volta che la cena é terminata, mettendoli nella sua ciotola. In questo modo lui non si abituerà a chiedere.
  • Scegli degli scarti che siano sani e nutrienti, adatti al cane.Sii consapevole di cose é velenoso per il cane e cosa crea intolleranza, In questo modo eviterai che possa avere dei problemi allo stomaco e di salute.
  • Ricordati di educare gli ospiti a rispettare le regole di casa, anche quelle che seguite a tavola.

Leggete anche questo articolo, dove si parla dei cibi per umani che possono essere consumati anche dai cani Cibi umani per cani: i 12 più sani

Fonte: www.vet-organics.com

Lascia un commento