Un giardino a prova di cane

Avere un giardino, quando si ha un cane, é una gran bella fortuna. I nostri amici a quattro zampe preferiscono stare sempre a stretto contatto con noi, ma ameranno sempre la possibilità di prendere in sole, di annusare l’aria, di strusciarsi nell’erba fresca e di ascoltare i rumori che li circondano.

Per tutti questi motivi, se abbiamo la possibilità di fargli godere di uno spazio aperto, dobbiamo stare attenti ai molteplici pericoli che esso nasconde. Infatti un giardino anche ben curato è una possibile fonte di pericoli ed è bene quindi metterlo in sicurezza. Infine, è importante che il nostro occhio sia sempre vigile su ciò che succede.

Vediamo quali sono gli oggetti e le situazioni a cui dobbiamo prestare attenzione:

Prodotti chimici

Se abbiamo un giardino, avremo probabilmente delle piante, dei fiori o dell’erba da curare. Di conseguenza utilizzeremo dei prodotti per eliminare infestanti, insetti, formiche ed altre specie dannose.

I pesticidi possono essere molto dannosi per il nostro cane, in due modi diversi. Alcuni di essi sono altamente velenosi e quindi la loro ingestione, o il contatto con le zampe del cane che poi può leccarle può essere fatale.

In altri casi, invece, il contatto prolungato con alcune sostante, non ha effetto immediato ma nel tempo può portare a sviluppare malattie gravi nel cane come il cancro o simili che possono portare alla morte.

Cosa possiamo fare?

Esistono in commercio antiparassitari biologici o al 100% non dannosi per il nostro cane, e prima di tutto dovremmo optare per quelli.

Fertilizzanti e pesticidi biologici fai-da-te | greenme.it

In alternativa, quando disinfestiamo il giardino, sarebbe bene che il cane non entri a contatto con quelle sostanze per almeno 48 ore in modo che il potere d’azione diminuisca e si renda meno pericoloso.

Se il cane dovesse manifestare dei sintomi come nausa, irritazioni, vomito o strane reazioni cutanee dopo essere stato potenzialmente a contatto con queste sostanze, contattate immediatamente il veterinario.

Infine, evitate assolutamente di lasciare i prodotti disinfestanti in luoghi facilmente raggiungibili dal cane. Custoditeli in luoghi sicuri dove siete certi che non possa arrivare.

Attrezzi da giardinaggio

Gli attrezzi da giardinaggio sono un potenziale rischio per l’incolumità del nostro cane. Se pensate a forbici, pale, rastrelli, tosaerba, etc sono tutti strumenti che possono provocare seri danni se entrano in contatto con una parte del corpo. Il cane durante la sua permanenza in giardino potrebbe essere attratto da uno di questi.

Se si tratta di un cucciolo, il giardino è un luogo per lui ricco di oggetti e di posti dove curiosare, ed è quindi fondamentale non lasciarlo giocare con attrezzi che potrebbero ferirlo. Fornitegli dei giochi per cuccioli, un Kong da svuotare o ancor meglio passate del tempo con lui.

Se si tratta di un cane adulto, il fattore scatenante potrebbe essere la noia. Il cane lasciato troppo tempo da solo potrebbe voler cercare delle distrazioni e se non ha a disposizione qualcosa da mordere riversarle negli attrezzi da giardinaggio.

Dategli delle attività da svolgere, dei giochi di attivazione mentale, e osservate cosa fa quando rimane da solo. Si trovano a buon prezzo delle videocamere da esterno wifi.

Recinzione

Chi ha un giardino, sicuramente si sarà preoccupato di proteggerlo a dovere con recinzioni o staccionate. Se avete un cane particolarmente amante del giardinaggio, che fa le buche, estirpa le piante etc avrete costruito delle barriere per cercare di salvare il salvabile. Insomma serve una recinzione a prova di cane.

Le recinzioni sono un fattore potenzialmente rischioso se non costruite seguendo dei criteri “a prova di cane”. Il cane curioso potrebbe cercare di evadere per esplorare la zona o per fare amicizia con il cane del vicino, e potrebbe accidentalmente rimanere incastrato con la testa o con le zampe proprio nella recinzione, procurandosi importanti ferite.

Per questo motivo è importante scegliere un materiale e una trama che eviti questo tipo di incidenti, e che allo stesso tempo sia sufficientemente resistente da non essere danneggiato o divelto. Anche il legno può essere pericoloso, perchè rompendosi le schegge possono ferire il cane in modo grave.

Il modo migliore quindi per evitare incidenti è scegliere un materiale resistente e provvedere ad una manutenzione regolare.

Esistono quindi dei sistemi più tecnologici che possono “educare” il cane (grazie anche al vostro contributo) a capire quale limite non superare per non mettere a rischio la propria salute.

I Dog Tracker, o localizzatori gps, sono un buon sistema specialmente per chi lascia il cane libero in giardini o terreni piuttosto ampi, perchè permettono di creare una recinzione virtuale disegnata direttamente sulla mappa GPS.

I dissuasori utilizzati da questi tracker sono il suono e la vibrazione del tracker e la notifica su smartphone. Questi segnali nuovi per il cane lo faranno desistere e tornare sui suoi passi quando si avvicinerà a recinzioni, staccionate superabili, cancelli, etc…

Funzionano anche come Activity Tracker, questo significa che potremo monitorare l’attività quotidian del cane, e quindi la sua salute, proprio come facciamo con i nostri smartwatch o fitness tracker.

TRACTIVE DOG

LIVE Tracking: monitora il tuo cane in tempo con raggio illimitato
Monitoraggio attività: visualizza l’attività quotidiana del tuo cane
– Pesa meno di 30 g
– 100% impermeabile & facile da attaccare al collare del tuo cane
– La batteria ricaricabile dura fino a 5 giorni

Scopri di più

Arredamento da giardino

Vale lo stesso discorso che facciamo all’interno della nostra abitazione: mai lasciare a portata di cane tutto ciò che può essere pericoloso o che può essere distrutto. Per questo motivo e soprattutto in nostra assenza, ombrelloni, sedie a sdraio, barbecue, tavoli o sedie, giochi per bambini, piscine e simili, è bene che non siano alla portata del nostro amico a quattro zampe e che siano riposti in luoghi sicuri.

Il vento potrebbe farli cadere, il cane potrebbe annoiarsi e quindi cercare stimoli dove non dovrebbe e ogni cosa potrebbe trasformarsi in un oggetto pericoloso.

Piante e fiori

Se amiamo il giardinaggio e quindi abbiamo decorato il giardino con piante e fiori, dobbiamo preoccuparci che essi non siano dannosi per il nostro cane. Esistono infatti molte specie che, come gli alimenti, se vengono ingerite possono essere addirittura velenose.

Le soluzioni sono due e sono molto semplici: evitare di coltivare le specie che sappiamo essere dannose e proteggere eventuali piante con recinzioni sicure in modo che il cane non ci possa arrivare.

Qui la lista di piante e fiori pericolose per il cane.

Legnetti

I cani amano rosicchiare i leghetti, per la loro consistenza, perchè spesso frabili e probabilmente per il loro sapore un po’ selvatico. Attenzione però, i legnetti che trova in giardino potrebbero trasformarsi in un pericolo da un momento all’altro. Il legno infatti può rompersi formando delle schegge che se ingerite provocano seri danni allo stomaco del cane. Inoltre può anche avere la possibilità di incastrarsi in bocca, provocare lesioni, danni e brutte infezioni.

In generale è buona norma non far giocare il cane con il legno e sostituirlo con altri prodotti molto più sicuri.

Potete leggere in questo articolo Masticazione: fondamentale per la salute e la mente tutti i consigli dedicati alla masticazione del cane, ed i prodotti sicuri.

Da evitare: Pacciame di cacao

Il pacciame è un materiale naturale che si utilizza per ricoprire il terreno del giardino, a fini estetici ed ornamentali. Vengono usati diversi materiali per ottenenerlo ed ha un aspetto simile alla corteccia.

Tra i vari tipi troviamo il pacciame di cacao, ottenuto dalla lavorazione dei semi di cacao. Pur avendo numerosi pro, ha di contro di essere potenzialmente velenoso per il cane che lo ingerisce. Esso contiene la Teobromina, un alcaloide naturale presente nelle piante di cacao che lo rende appunto tossico per il cane.

Se avete un giardino e desiderate utilizzare la tecnica della pacciamatura, il consiglio è quello di non utilizzare questo materiale perchè difficilmente il cane riuscirà a resistere al suo odore ed alla tentazione di mangiarlo.

Lascia un commento